Pellegrinaggio e opere di Misericordia

pellegrinaggio

 

Il pellegrinaggio è un segno peculiare nell’Anno Santo, perché è icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza. Anche per raggiungere la Porta Santa a Roma e in ogni altro luogo, ognuno dovrà compiere, secondo le proprie forze, un pellegrinaggio. Esso sarà un segno del fatto che anche la misericordia è una meta da raggiungere e che richiede impegno e sacrificio. Il pellegrinaggio, quindi, sia stimolo alla conversione. (Papa Francesco, Misericordiae Vultus, n. 14)

Il pellegrinaggio vissuto con spirito di pentimento per le proprie fragilità deve esprimere il desiderio sincero della conversione del cuore e della vita.

 

papa FrancescoLa misericordia cristiana si esercita attraverso tutti quegli atti di carità fraterna e solidarietà con cui si va incontro alle ne-cessità del prossimo, condividendo le loro sofferenze. Le opere riguardano sia i bisogni corporali (Dar da mangiare agli affamati. Dar da bere agli assetati. Vestire gli ignudi. Alloggiare i pellegrini – ospitare il forestiero -. Visitare gli infermi. Visitare i carcerati. Seppellire i morti), sia spirituali (Consigliare i dubbiosi. Insegnare agli ignoranti. Ammonire i peccatori. Consolare gli afflitti. Perdonare le offese. Sopportare pazientemente le persone moleste. Pregare Dio per i vivi e per i morti).

FacebookmailFacebookmail