Categorie: Gabriele tra noi, un santo per amico

DONNE PROTAGONISTE

Il 2015 ha il volto femminile di tre figure emblematiche per l’Italia, citate anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante il discorso di fine anno per omaggiare le donne italiane, che sicuramente resteranno nella storia. Loro sono Nicole Orlando, l’atleta paraolimpica che ha vinto quattro medaglie d’oro; Fabiola Gianotti, la scienziata nominata alla direzione del Cern di Ginevra; e Samantha Cristoforetti, che abbiamo seguito con affetto nello spazio.

Protagonista assoluta della spedizione azzurra ai Mondiali sudafricani di atletica leggera dedicati agli atleti che soffrono di sindrome di down, la ventiduenne Nicole Orlando ha conquistato quattro ori (e record mondiale) nel triathlon, nei 100 metri, nel salto in lungo e nella staffetta femminile e un argento, entrando nella leggenda. La sua foto è stata una delle immagini simbolo del 2015: avvolta dal tricolore sul podio, una lacrima che accarezza la guancia, il peluche alzato al cielo, come a coprirsi dal sole e la dedica rivolta a chi non c’è più, la nonna che avrebbe dovuto accompagnarla.

È la prima volta che una donna è a capo del laboratorio europeo di fisica delle particelle. Lei è Fabiola Gianotti, 52 anni, fra i protagonisti della scoperta del bosone di Higgs, che intende “lavorare per la scienza al servizio della pace”. Orgogliosa e “molto contenta” per la prestigiosa nomina al vertice del Cern, la neoeletta direttrice dell’Istituto ha parlato della cultura della diversità, in termini di genere e di religione del Cern, ed ha assicurato il suo pieno impegno perché questa cultura sia “preservata”.

Prima donna italiana nello spazio, Samantha Cristoforetti detiene anche il primato femminile e quello europeo quanto a durata di un singolo volo spaziale. E non è tutto. È ancora lei il primo astronauta di nazionalità non russa ad aver trascorso più giorni consecutivi nello spazio alla sua prima missione. Un rullo compressore, anche per la sovraesposizione mediatica del personaggio (fra “cinguettii” giornalieri e ospitate televisive: Che tempo che fa e il Festival di Sanremo) e la brillantezza di un account AstroSamantha, protagonista anche di un video di Wikipedia, pubblicato su YouTube accompagnato dall’hashtag #Edit 2015, con il quale la Fondazione Wikimedia ha riassunto il 2015 in poco meno di quattro minuti, raccontando gli avvenimenti più importanti accaduti durante l’anno.

Nicole, Fabiola e Samantha, i tre volti scelti dal presidente per rappresentare tutti quelli che non si fermano davanti alle difficoltà e sanno superarle. Tutti quelli che come il giovane Gabriele hanno voglia di riuscire e di realizzare. La sua eccezionalità è nella carica interiore. La grandezza è nell’intimo, nella forza d’amore che sa mettere anche nelle azioni più piccole. Qui non rallenta mai e non lo smuovono né la stanchezza, né la malattia, né l’aridità, né le tentazioni. In comunità si distingue e perciò risulta un po’ speciale, ma senza stranezze. È una straordinaria ordinarietà, un vivere la vita ordinaria con attitudini interiori straordinarie.

catiadiluigi@nullinwind.it